Silenzio sulla domanda di cittadinanza, le spese di lite non possono essere compensate perchè il Ministero ha molte domande da decidere

Cons. Stato, Sez. Terza, sentenza n. 643/16 del 04/02/2016.

Impugnativa di sentenza TAR che, relativamente ad un silenzio sulla decisione di una domanda di cittadinanza italiana, pur riconoscendone l’illegittimità aveva compensato le spese di lite, in ragione dell’enorme mole di lavoro che grava sugli uffici ministeriali incaricati dell’esame delle domande di cittadinanza.

Il CDS annulla, rilevando che tale motivazione non è sufficiente a giustificare la deroga al regime ordinario di soccombenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...