Rinnovo permesso di soggiorno per motivi di giustizia, è possibile se l’archiviazione del procedimento penale che lo ha giustificato è stata solo parziale

TAR Marche, sezione prima, sent. n. 878/2013 del 21/11/2013

Emerge che l’archiviazione del procedimento penale sia stata solo parziale, ovvero limitatamente ad alcuni capi, contrariamente a quanto si assume nel provvedimento impugnato riguardo alla integrale definizione del procedimento in oggetto.43

L’impugnato diniego è quindi affetto da travisamento dei presupposti.

Il ricorso va pertanto accolto affinché l’Amministrazione completi istruttoria verificando se permangono le esigenze di rinnovare il permesso di soggiorno per motivi di giustizia rilasciato.

——–

 

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche

(Sezione Prima)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

ex art. 60 cod. proc. amm.;
sul ricorso numero di registro generale 816 del 2013, proposto da:
Tarik Ennaji, rappresentato e difeso dall’avv. Consuelo Feroci, con domicilio eletto presso Segreteria T.A.R. Marche in Ancona, via della Loggia, 24;

contro

Ministero dell’Interno;

per l’annullamento

del decreto emesso dal Questore della Provincia di Ancona (AN) in data 18.09.2013 con cui si rigetta l’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi di giustizia e di tutti gli atti presupposti, preparatori, connessi e consequenziali.

 

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 21 novembre 2013 il dott. Gianluca Morri e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Avvisate e sentite le stesse parti ai sensi dell’art. 60 cod. proc. amm. come da verbale;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

 

FATTO e DIRITTO

Sulla base della documentazione allegata al ricorso, emergere che l’archiviazione del procedimento penale n. 514/2012 sia stata solo parziale, ovvero limitatamente ai Capi A) e B), contrariamente a quanto si assume nel provvedimento impugnato riguardo alla integrale definizione del procedimento in oggetto.

L’impugnato diniego è quindi affetto da travisamento dei presupposti.

Il ricorso va pertanto accolto affinché l’Amministrazione completi istruttoria verificando se permangono le esigenze di rinnovare il permesso di soggiorno per motivi di giustizia rilasciato a seguito dell’ordinanza cautelare n. 94/2012 adottata nel ricorso n. 933/2011.

Le spese possono essere tuttavia compensate stante la particolarità della vicenda.

P.Q.M.

il Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche, accoglie il ricorso in epigrafe e, per l’effetto, annulla il provvedimento impugnato.

Spese compensate.

La presente sentenza sarà eseguita dall’Autorità amministrativa ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Ancona nella camera di consiglio del giorno 21 novembre 2013 con l’intervento dei magistrati:

Gianluca Morri, Presidente FF, Estensore

Giovanni Ruiu, Consigliere

Francesca Aprile, Primo Referendario

IL PRESIDENTE, ESTENSORE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 22/11/2013

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...