DE-GIURISDIZIONALIZZAZIONE/3 – LA “NEGOZIAZIONE ASSISTITA” IN MATERIA DI SEPARAZIONE E DIVORZIO

Il DECRETO-LEGGE 12 settembre 2014, n. 132, attualmente non ancora convertito, prevede, fra le varie misure intese a ridurre il carico di contenzioso giudiziario attuale in sede civile (il nostro Paese è il più litigioso del mondo, questo è notorio), la possibilità di affidare ad un accordo raggiunto fra i rispettivi avvocati delle parti una modalità sostitutiva del procedimento giudiziario, ed indubbiamente più rapida ed economica.

Può stipularsi la convenzione di n. assistita (ossia, un accordo per trovare un…. accordo comune) con riguardo a:
– separazione
– cessazione degli effetti civili del matrimonio
– scioglimento di matrimonio
– modifica delle condizioni di separazione o divorzio.
separazione
Tale possibilità è però esclusa quando ci sono figli:
– minori
– maggiorenni incapaci o portatori di handicap gravi
– maggiorenni non economicamente autosufficienti.

Quando l’accordo che segue allo svolgimento della convenzione viene raggiunto, esso assume il valore e gli effetti di una sentenza di separazione o di divorzio, o di un provvedimento di modifica delle condizioni di separazione o divorzio.
Ciascuno dei legali che assistono le parti (o l’unico avvocato che le assiste entrambe) è tenuto a trasmettere copia autentica dell’accordo, entro 10 giorni dalla firma, all’ufficiale dello stato civile dove il matrimonio fu iscritto o trascritto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...