Revoca permesso di soggiorno CE soggiornanti lungo periodo (SLP): è discriminatorio non prevedere che l’assenza dall’Italia può essere giustificata da gravi e comprovati motivi

Corte Appello Milano, sez. V, sentenza 23.01.2014 n. 1268

Apparirebbe, dalla lettura dell’art. 9 comma 7, d. lgs. 286/98 (nella parte in cui si limiterebbe a prevedere “in ogni caso” la revoca del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo (SLP) stante la assenza dello straniero dall’Italia), una ingiustificata discriminazione, nel caso in cui tale assenza sia stata dovuta a gravi e comprovati motivi, rispetto a chi il permesso SLP debba ancora ottenerlo, in quanto a quest’ultimo invece è concesso di fornire giustificazioni della propria assenza.11111111111
Si suggerisce una diversa interpretazione che elimini tale discriminazione, consentendo anche a chi già possieda il permesso SLP (e di cui si proponga di disporre la revoca) la possibilità di dimostrare che la sua assenza dall’Italia è stata determinata da gravi e comprovati motivi.
La Corte accede a tale interpretazione, poiché evita di trattare in maniera diversa situazioni che non presentano differenze significative, quanto al bene giuridico oggetto di tutela.

—————

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE DI APPELLO DI MILANO

Sezione delle persone, dei minori e della famiglia

riunita in camera di consiglio nelle persone dei seguenti magistrati:

dott.sa Bianca LA MONICA PRESIDENTE

dott. Ilio POPPA CONSIGLIERE

dott.ssa Flavia TUIA CONSIGLIERE REL.

ha pronunciato la seguente

SENTENZA

nel giudizio in grado di appello, promosso con atto di citazione notificato l’11 marzo 2013

da

HAIMANOT ZEKARIAS OKBAZGHI, rappresentata e difesa in causa dall’avv. Michele Spadaro con studio in Milano via Gardone 8, presso il quale ha eletto domicilio

APPELLANTE

nei confronti di

MINISTERO DELL’INTERNO

QUESTURA DI MILANO

APPELLATI CONTUMACI

[omissis]

Il giudice di primo grado ha affermato che “il comma 7 lett. D) dell’art. 9 D. lvo limitandosi a prevedere ‘in ogni caso’ la revoca del permesso di soggiorno stante l’assenza dello straniero dal territorio dello Stato, traccia una linea ben delineata senza quindi prevedere alcuna ipotesi giustificativa”.

L’appellante rileva che, così interpretata seguendone il dato letterale, la norma sarebbe incostituzionale, in quanto introdurrebbe un’ingiustificata discriminazione, in caso di assenza dal territorio nazionale dovuta a gravi e comprovati motivi, fra chi sia in possesso di un permesso di soggiorno ordinario e voglia ottenere un permesso SLP, e chi tale permesso lo possieda già: infatti, solo al primo sarebbe concesso di fornire giustificazioni dell’assenza e di non esserne penalizzato, ove essa sia stata determinata dalla necessità di adempiere agli obblighi militari, da gravi e documentati motivi di salute ovvero da altri gravi e comprovati motivi.

Suggerisce una diversa interpretazione che consenta di non discriminare il titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo da colui che è in possesso di un semplice permesso di soggiorno, consentendo anche al primo di dimostrare, al fine di evitare la revoca, che la sua assenza dall’Italia è stata determinata da gravi e comprovati motivi.

La Corte ritiene di accedere a tale interpretazione, che si sottrae alla censura di incostituzionalità poiché evita di trattare in maniera diversa situazioni che non presentano differenze significative, quanto al bene giuridico oggetto di tutela: rientra, infatti, fra i compiti dell’interprete quello di esplorare se non sia possibile dare alla norma censurata un’interpretazione costituzionalmente orientata, prima di sollecitare l’intervento della Corte Costituzionale (Corte Cost., sent. 230/2010).

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...