Laureati e senza lavoro – cosa succede al permesso di soggiorno?

Ai sensi della Legge n.99/2013, gli studenti stranieri che hanno conseguito una laurea triennale o specialisticain Italia, possono, alla scadenza del permesso di soggiorno per studio, richiedere il rilascio del soggiorno per attesa occupazione se ancora non hanno trovato un lavoro. Questo titolo di soggiorno consente allo straniero di avere un anno di tempo per trovare un’occupazione regolare.
In passato questa opzione era riservata solo per coloro che avevano conseguito un dottorato o un master di secondo livello.
Per poter inoltrare la richiesta, l’interessato deve iscriversi alle liste di collocamento del Centro per l’Impiego della città in cui dimora. Dopo l’iscrizione può presentare la richiesta del permesso di soggiorno per attesa occupazione allo Sportello Amico dell’Ufficio postale, compilando entrambi i modelli presenti nel kit postale. Alla domanda per il soggiorno dovrà allegare in fotocopia:
1. Le pagine del passaporto che riportano i dati anagrafici, i vari timbri di rinnovo, di ingresso e di uscita così come quelle con i visti;
2. L’iscrizione alle liste di collocamento
3. Il titolo di studio ottenuto in Italia
4. Il permesso di soggiorno in possesso
5. Marca da bollo di Euro 16,00
I costi da sostenere sono di Euro 107,50 (contributo che si paga mediante il bollettino postale reperibile all’interno del kit) e Euro 30,00 per la spedizione del kit.
È importante che lo straniero sia in possesso di mezzi economici sufficienti, provenienti da fonti leciti, che li consentano di soggiornare in Italia anche durante questo periodo di “disoccupazione” o attesa occupazione. L’importo minimo richiesto è pari all’assegno sociale dell’anno di riferimento (per il 2013 si tratta di 5749,90).11111111111

Inoltre, deve avere un’assicurazione sanitaria valida sul tutto territorio nazionale, con un istituto italiano o estero, che copra il rischio di malattia, infortunio e maternità. Altrimenti può iscriversi volontariamente al Servizio Sanitario Nazionale versando il contributo richiesto tramite conto corrente postale o F24 individuati dalla Regione o Provincia autonoma dove risultino residenti o dimoranti. Il permesso di soggiorno per attesa occupazione non è rinnovabile. Alla scadenza del documento, l’interessato può convertirlo per motivi di lavoro o familiari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...