Irap: spetta al professionista provare l’assenza di “autonoma organizzazione”

Grava sul contribuente fornire la prova dell’assenza delle condizioni di autonoma organizzazione.

Sentenza: Cassazione civile , sez. tributaria, sentenza 09.10.2013 n° 22941

L’esercizio delle attività di lavoro autonomo è escluso dall’applicazione dell’imposta soltanto qualora si tratti di attività non autonomamente organizzata.
La motivazione del giudice di merito deve riguardare l’accertamento in merito all’impiego di beni strumentali eccedenti, secondo l’id quod plerumque accidit, il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività professionale nonché l’utilizzo da parte del professionista, in modo non occasionale, di lavoro altrui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...