Revoca nulla osta, a causa di precedente decreto di espulsione, è illegittima. Occorre valutare l’attuale pericolosità dello straniero.

In riforma della sentenza impugnata, va accolto il ricorso di prime cure e, pertanto, è annullato il provvedimento con il quale la Prefettura ha disposto l’annullamento in autotutela del nulla osta, rilasciato a suo tempo, in ragione dell’esistenza di un decreto di espulsione a carico del lavoratore.

Sentenza: Consiglio di Stato, Sezione Terza, Sentenza n. 3988 del 30 luglio 2013

Alla luce del contenuto innovativo di cui all’art. 11 della direttiva 2008/115/CE, si imponeva all’amministrazione, nell’esercizio del suo potere di autotutela, di esaminare più approfonditamente le importanti novità derivanti dalla nuova normativa, con particolare riferimento alla necessità di una valutazione, in concreto, della pericolosità del singolo straniero destinatario di un provvedimento di espulsione, e alla durata, molto più contenuta, rispetto al passato, dell’effetto preclusivo derivante da tale provvedimento.

Poiché di tale esame effettivamente non vi è traccia nell’atto impugnato e poiché nel caso di specie dall’espulsione al nulla osta erano già decorsi quattro anni senza che all’apparenza emergessero altre ragioni ostative al nulla osta, deve ritenersi fondato il difetto di istruttoria e di motivazione dedotto già nel ricorso introduttivo di primo grado.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...