Emersione stranieri 2009: se lo straniero è un sacerdote che coabita con altro sacerdote, vale come coabitazione familiare ai fini del reddito

E’ illegittimo il decreto di diniego della domanda di emersione, motivato dalla carenza del requisito reddituale in capo al datore di lavoro.

Sentenza: TAR Emilia Romagna, Sezione Seconda, Sentenza n. 436 del 6 giugno 2013 

L’amministrazione non ha tenuto conto, ai fini del calcolo del reddito complessivo necessario per l’ammissibilità della domanda, della presenza di una situazione di coabitazione del ricorrente (sacerdote) con altro sacerdote.

Tale situazione, come risulta dall’ordinanza del Consiglio di Stato n. 892/2012, deve essere equiparata, ai fini del calcolo del reddito, al vincolo di coabitazione famigliare, tenuto conto della peculiarità della condizione sacerdotale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...