Emersione stranieri 2009. Illegittimo respingere la seconda domanda di emersione per badante, se la prima era per lavoratore domestico

E’ accolto il ricorso avverso il provvedimento prefettizio, col quale è stata dichiarata inammissibile l’istanza di emersione dal lavoro irregolare prodotta a beneficio della ricorrente. L’art. 1 ter, comma 6, della legge n. 102/2009 consente l’emersione dal lavoro irregolare a non più di un’unità per i lavoratori domestici e due unità per le attività di assistenza a soggetti affetti da patologie e handicap.

Sentenza: TAR Lombardia, Sezione Quarta, Sentenza n. 1989 del 26 luglio 2013

Ne deriva, pertanto, che è possibile presentare due istanze di emersione dal lavoro irregolare in relazione alle due categorie di lavoratori (lavoratori domestici e badanti). Ciò precisato, il provvedimento dell’amministrazione risulta illegittimo perché fondato su una motivazione erronea, in quanto l’amministrazione ha dichiarato inammissibile la seconda istanza in base ad una valutazione meramente cronologica, senza, tuttavia, specificare se la seconda istanza di emersione riguardasse un lavoratore domestico o un badante.

L’inadempienza dell’amministrazione all’ordinanza istruttoria consente, altresì, di ritenere che quanto affermato dal ricorrente non sia peregrino e, pertanto, che non sia inverosimile che il datore di lavoro avesse presentato la seconda istanza in relazione al badante.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...