Conversione permesso da studio a lavoro. Può essere presentata anche dopo la scadenza del permesso

L’art. 6 del testo unico dell’immigrazione non richiede, ai fini della conversione del permesso di soggiorno, che l’iter procedimentale per l’ottenimento di una quota di ingresso sia attivato prima della scadenza del permesso di soggiorno e, pertanto, l’amministrazione ha errato nel ritenere quale causa ostativa al rinnovo del permesso di soggiorno tale dato che non trova un adeguato riconoscimento normativo.

Sentenza: TAR Lombardia, Sezione Quarta, Sentenza n. 1760 del 5 luglio 2013

E’ accolto quindi il ricorso avverso il provvedimento di diniego, assunto dalla Questura sulla domanda di conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro subordinato.

Va accolta una lettura sostanzialistica del procedimento amministrativo, specie, quando – come nel caso in esame – sono in gioco rilevanti interessi dello straniero; non importa, quindi, quando sia stata presentata la predetta istanza, ma conta che l’amministrazione sia stata, comunque, messa in grado di valutare se la richiesta di rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno sia compatibile con le quote stabilite a norma dell’articolo 3, comma 4, del testo unico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...