Perdita di chances? Dare la prova sulla possibilità effettiva di ottenere l’inquadramento superiore

Il principio che regola l’onere probatorio in caso di domanda di risarcimento danni per perdita di chance è che il ricorrente ha l’onere di provare, anche facendo ricorso a presunzioni e al calcolo delle probabilità, la possibilità che avrebbe avuto di conseguire il superiore inquadramento.

Sentenza: Cassazione civile , SS.UU., sentenza 23.09.2013 n° 21678

Di fronte all’inottemperanza dell’obbligo di predisporre i criteri di selezione degli impiegati necessari per il riconoscimento e l’attribuzione della qualifica superiore da parte dell’ente pubblico/datore di lavoro, in ossequio ai principi generali in tema di responsabilità contrattuale, spetta al singolo dipendente non promosso, che chieda in giudizio il risarcimento del danno da perdita di possibilità di promozione, provare il nesso di causalità tra il detto inadempimento datoriale ed il danno subito.

E’, in altre parole, necessaria l’allegazione e la prova di quegli elementi di fatto idonei a far ritenere che il regolare svolgimento della procedura selettiva avrebbe comportato una concreta, effettive e non ipotetica probabilità di conseguire la promozione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...