Uso di mailing list aziendale per inviare messaggi sindacali: licenziato!

Utilizzare la mailing list aziendale per trasmettere messaggi sindacali critici nei confronti della direzione aziendale integra una condotta rilevante dal punto di vista disciplinare.

Sentenza: Cassazione civile , sez. lavoro, sentenza 10.09.2013 n° 20715

Un dipendente di un importante gruppo editoriale, dirigente e rappresentante sindacale, è stato licenziato in tronco per essersi appropriato dell’indirizzario della società con la sua password di accesso e averlo installato sul computer del Sindacato di appartenenza per l’invio di e-mail agli altri dipendenti e collaboratori.

Lo specifico fatto contestato, pur non potendo costituire una giusta causa di recesso in tronco, se inquadrato nell’ambito di una situazione conflittuale sintomatica di una crescente insofferenza del lavoratore rispetto alle indicazioni dei vertici aziendali, configura un giustificato motivo soggettivo di recesso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...