Se l’auto è in sosta, non c’è il reato di guida in stato di alterazione

Si ritiene sussistere il il reato di guida in stato di alterazione psicofisica derivante dall’assunzione di sostanze stupefacenti, solo se l’imputato è stato trovato “alla guida del veicolo”.

Sentenza: Cassazione penale , sez. IV, sentenza 12.07.2013 n° 30209

Il caso riguarda un uomo che aveva assunto delle sostanze stupefacanti, mentre si trovava all’interno di un’auto, ferma in un’area di sosta, e discuteva con la propria fidanzata.

Non è stato provato che egli avesse guidato la propria autovettura mentre era sotto l’effetto della droga.

Non è dato sapere se gli agenti abbiano controllato l’autovettura con a bordo il ricorrente e la fidanzata proprio nel momento in cui si fermava, per cui non si può escludere che l’assunzione delle sostanze stupefacenti possa essere avvenuta proprio durante la sosta nell’area di servizio e non prima che l’imputato si fosse posto alla guida dell’auto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...