Domanda di conversione permesso da tirocinio a lavoro, anche se tardiva è ammissibile, termine non perentorio finchè la Questura non ha deciso

Cons. Stato, Sez. III, sent. n. 372/16 del 17/12/2015 La legittimità del provvedimento di diniego deve essere valutata alla luce della motivazione esternata dalla Prefettura, basata sulla tardività della presentazione della domanda di conversione. Come sottolineato anche dall’appellante, la giurisprudenza di questo Consiglio è nel senso che il termine di presentazione della domanda di rinnovo…

Permesso di soggiorno ad ex minore straniero, anche se il parere del Comitato (per ragioni non dipendenti dall’interessato) giunge dopo l’adozione del diniego, la Questura è tenuta a considerarlo

Cons. Stato, Sez. III, sent. n. 1845/16 del 26/11/2015 L’Amministrazione ai sensi dell’art. 16, secondo comma, della legge n. 241/1998 avrebbe dovuto attendere la espressione del parere obbligatorio dell’apposito Comitato. In tal senso il Collegio ritiene che la successiva espressione del parere a breve distanza dalla adozione del provvedimento impugnato rende credibile l’affermazione dell’appellante secondo…

Sanatoria 2012, è ostativa all’ammissione alla procedura l’espulsione per motivi di ordine pubblico ma non quella per illecito reingresso in Italia prima del termine (anche se costituisce ancora reato)

Cons. Stato, Sez. III, sent. n. 1863/16 del 12/11/2015 Il provvedimento impugnato si fonda sulla inclusione del reato di cui all’art. 13, co. 13, del d.lgs. n. 286 del 1998 (illecito reingresso nel territorio dello Stato senza l’autorizzazione del Ministro dell’interno) tra quelli considerati dall’art. 381 c.p.p.. Le condanne per reati rientranti nell’art. 381 non…

E’ nulla l’assegnazione collettiva dell’area cortilizia condominiale, a fini di parcheggio

Cass. Civ., Sez. II, sent. 30/03/2018 Nel fabbricato condominiale di nuova costruzione lo spazio per parcheggio è prefissato nella misura stabilita dalla norma imperativa ed inderogabile di cui all’art. 41-sexies della legge n. 1150 del 1942, introdotto dall’art.18 della legge n. 765 del 1967. In questi casi, sussiste un vincolo pertinenziale permanente di natura pubblicistica…

Rilascio permesso di soggiorno per lavoro subordinato, non è sufficiente la querela per falsità del rapporto di lavoro da parte del datore, se non è chiaro a quali lavoratori si riferisca

T.A.R. Campania, sez. sesta, sent. n. 634/2016 del 27/01/2016 Non risulta adeguatamente provata dall’Amministrazione resistente l’affermata falsità del rapporto di lavoro dichiarato (e intercorso con la sig.ra Xxx), unica ragione ostativa su cui riposa l’avversato diniego. Nè è sufficientemente chiara la riferibilità al ricorrente della denuncia querela presentata dalla Xxx, in data 2.7.2013, considerato che,…

Rinnovo permesso di soggiorno per lavoro subordinato, l’aver indicato un permesso di soggiorno non corretto è irrilevante se il titolo sussiste ugualmente

T.A.R. Campania, sez. sesta, sent. n. 1348/2016 del 27/01/2016 Per quanto concerne la ritenuta mendacità della dichiarazione resa dalla ricorrente relativamente alla Questura di rilascio del permesso di soggiorno, questo per quanto risulti un dato non veritiero non può ritenersi tale da pregiudicare il rilascio del richiesto titolo tenuto conto che la ricorrente è comunque…

Rinnovo permesso di soggiorno per lavoro autonomo, la Questura deve dare la prova di aver mandato il preavviso di rigetto

T.A.R. Campania, sez. sesta, sent. n. 656/2016 del 13/01/2016 Nel presente giudizio risulta impugnato il decreto con cui la Questura di Caserta respingeva l’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro autonomo presentata dal ricorrente per non aver egli ottemperato alla richiesta di integrazione documentale e contestuale comunicazione di avvio con cui l’amministrazione gli…